Bandi

Fondo impresa donna

Il Fondo è volto a sostenere imprese femminili di qualsiasi dimensione, con sede legale e/o operativa ubicata su tutto il territorio nazionale.

A chi si rivolge

  • Cooperative e società di persone con ameno il 60% di donne socie;
  • società di capitale le cui quote di partecipazione spettino in misura non inferiore ai due terzi a donne;
  • imprese individuali la cui titolare è una donna;
  • persone fisiche in caso di impresa costituenda.

Cosa finanzia

  • Produzione di beni nei settori dell’industria, dell’artigianato e della trasformazione dei prodotti agricoli;
  • fornitura di servizi, in qualsiasi settore;
  • commercio e turismo.
 

Agevolazioni
A) Incentivi per la nascita delle imprese femminili, le agevolazioni assumono la sola forma del contributo a fondo perduto per un importo massimo pari a:

  • 80% delle spese ammissibili e comunque fino a euro 50.000,00, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili non superiori a euro 100.000,00;
  • 50% delle spese ammissibili, per i programmi di investimento che prevedono spese ammissibili superiori per gli incentivi per lo sviluppo a euro 100.000,00 e fino a euro 250.000,00.

B) Per il consolidamento delle imprese femminili, le agevolazioni assumono la forma sia del contributo a fondo perduto sia del finanziamento agevolato e sono articolate come di seguito indicato:

  • per le imprese femminili costituite da non più di 36 mesi le agevolazioni sono concesse fino a copertura dell’’80% delle spese ammissibili, in egual misura in forma di contributo a fondo perduto e in forma di finanziamento agevolato;
  • per le imprese femminili costituite da oltre 36 mesi, le agevolazioni sono concesse come al punto precedente in relazione alle spese di investimento, mentre le esigenze di capitale circolante costituenti spese ammissibili sono agevolate nella forma del contributo a fondo perduto.

Le spese ammissibili

Le spese ammissibili alle predette agevolazioni riguardano:

a) immobilizzazioni materiali:

  • installazione di macchinari, impianti ed attrezzature;
  • macchinari, impianti e attrezzature necessari per l’erogazione di servizi con la formula della sharing economy, purché siano identificabili singolarmente e localizzabili in modalità digitale;
  • opere edili, nel limite del 30% del programma di spesa agevolabile, strutture mobili e prefabbricati a servizio dell’iniziativa agevolata;
 

b) immobilizzazioni immateriali:

  • le spese per acquisizione di brevetti;
  • le spese per acquisizione di programmi informatici e soluzioni tecnologiche;
 

c) servizi in cloud funzionali ai processi portanti della gestione aziendale;

d) personale dipendente, assunto a tempo indeterminato o determinato dopo la presentazione della domanda e impiegato funzionalmente nella realizzazione dell’iniziativa agevolata;

e) esigenze di capitale circolante tra cui materie prime, materiali di consumo, spese di affitto.

Termini e scadenze

Le domande possono essere precompilate dal 5 maggio ed inviate dal 19 maggio 2022 per l’avvio delle nuove imprese.

Per quanto riguarda gli interventi di sviluppo e consolidamento delle imprese, le domande possono essere precompilate dal 24 maggio e inviate dal 7 giugno 2022.

Clicca sulla scheda per ulteriori informazioni sul bando

Contattaci

Contattaci tramite il modulo